chiudi
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
by
Giovanni Bozzolo
e-mail
Marina di Ravenna 2016
di raffaele gambigliani zoccoli
chiudi


Al Trofeo Gambi vado con Andrea che – negli accordi per la partenza del giorno precedente - non si lascia minimamente intimidire dalle mie fobie popolate da paurosi ingorghi autostradali o scoppi improvvisi di pneumatici con conseguenze catastrofiche degne di Fast and Furious. Quando arriviamo - comunque presto, fiuuu gara salva! - la giornata si presenta con qualche nuvola di troppo anche se il mare è un olio e sull’acqua non affiorano quelle poco raccomandabili “aree verdi” che avevamo trovato nell’edizione passata.

Punzonatura veloce con gradita maglietta e siamo già pronti per la gara, insieme a tanti “ragazzi” della mia squadra – ancora una volta vinciamo la coppa come società più numerosa, sono quasi commosso da tutto questo ma non voglio ripetermi.... Al nostro gruppo si aggiungono in spiaggia i “bolognesi” Guido ed Alessandro che – in attesa della partenza - ci intrattengono con alcuni coloriti aneddoti sportivi.

Il percorso è un rettangolo da compiere due volte in senso antiorario. Sul primo lato lungo ci si muove verso il mare aperto - quasi in parallelo con il molo alla sinistra del campo di gara - sul secondo lato lungo si ritorna verso la spiaggia.

A partire siamo poco più di sessanta e come sempre nuoto il primo lato da solo e completamente spostato sulla destra. Solo si fa per dire, visto che meduse e pulci di mare sono un po’ dappertutto e la bracciata è accompagnata spesso da piccole scosse. Nel primo lato di ritorno mi aggrego a un gruppetto di una decina di master che seguo per tutto il resto della gara. Ogni tanto provo senza successo a superare qualcuno e visto che tutti i miei sforzi sono inutili rimango tranquillo in scia fino alla fine.

Al traguardo sono già arrivati Raffaele e Francesco e a stretto giro sopraggiungono Nicola, Andrea e Marco. Visto che devo aspettare la seconda gara di Andrea, nuoto anche nel miglio – un grazie all’organizzazione per avermi inserito all’ultimo momento! - e alla fine ci sarà gloria per tanti di noi con le premiazioni dei primi tre arrivati per ogni categoria di entrambe le gare.

Per quanto mi riguarda nessuna medaglia, come sempre sono arrivato a metà classifica, ma il mio premio è il mare, poter nuotare per cinque chilometri senza pensare a null’altro che all’acqua (e un pochino anche alle meduse…)!
A presto.
Raffaele

 
chiudi